Divulgazione d'arte

Le rappresentazioni del maligno – Il male assoluto o angelo caduto?

Dove c’è molta luce, l’ombra è più nera Johann Wolfgang von Goethe   Laddove emerge luminosità – fisica o metaforica – esistono ombre e oscurità. In presenza dell’una non possono mancare le altre (e viceversa). E così nella religione, nella società e nell’arte laddove esistono luci non possono mancare ombre e, quest’ultime, valorizzano le prime. …

Arte contemporanea, Interviste

Intervista a Stefan Milosavljevic – DULCE DE LECHE MUY AMARGO @THE FLAT MASSIMO CARASI, Milano

*Scroll for the English version* Cosa è avvenuto recentemente nel panorama artistico di Milano? Nella suspence delle aperture e chiusure a singhiozzo dettate dal Covid 19, le gallerie del capoluogo lombardo sono riuscite ad accogliere i visitatori per qualche settimana. La mia insaziabile curiosità mi ha portata alla galleria The Flat Massimo Carasi dove, dal …

Arte contemporanea, Divulgazione d'arte

La grande onda e le sue declinazioni

Sono trascorsi ben 190 anni dalla pubblicazione di una delle opere, forse la più celebre, realizzata dal maestro di silografia giapponese Katsushika Hokusai e comunemente conosciuta come “La grande onda” (sulla costa di Kanagawa).  Figlia del suo tempo, concepita in epoca Edo (1615-1868) insieme ad altre 35 vedute del monte Fuji, l’immagine di questa maestosa …

Street Art

Il restauro e l’eventuale musealizzazione della Street Art

Questo articolo non si propone di dispensare nozioni, quanto più di porre un problema, tuttora irrisolto ma a mio avviso molto interessante. La questione della conservazione e del restauro della Street Art può essere vista principiare nel 2003 con il simposio Mural Painting and Conservation in the America, appunto tenutosi negli Stati Uniti. Inizialmente la questione …

Arte contemporanea, Artisti, Divulgazione d'arte

Piet Mondrian o la scienza dell’arte

Come si crea un’opera d’arte? Serve una grande dote tecnica, uno stato d’animo particolare, la giusta “ispirazione” o un pensiero? E se per fare arte potessimo utilizzare semplicemente delle linee verticali o orizzontali e i colori primari, giallo, rosso e blu? Non sto vaneggiando, sto facendo riferimento alle Composizioni di Piet Mondrian, artista olandese che oggi …

Divulgazione d'arte

L’arte come terapia

“La Bellezza salverà il Mondo” afferma sognante il protagonista de L’idiota di Dostoevskij. Per lo studioso Alain de Botton, però, le opere d’arte possono fare molto di più: un dipinto, una scultura, una fotografia parlano alle nostre emozioni e «diventano la terapia dei nostri disagi». “L’arte come terapia” è non solo un libro ma un particolare …

Arte contemporanea

I MUSEI NEL MIRINO: dal Covid 19 all’Institutional Critique di Michael Asher

Negli ultimi mesi a causa della situazione di pandemia globale i musei sono stati soggetti a numerose attenzioni. Molte di esse erano dovute alle lamentele dettate dalla chiusura protratta a lungo termine. Molti appassionati o lavoratori del settore artistico hanno sottolineato come i musei fossero un luogo di cultura dove non si sarebbero verificate situazioni …

Interviste, Street Art

Intervista a
 Refreshink, al secolo Giovanni Magnoli

Questa è l’ultima intervista che vi propongo tra quelle che ho realizzato per la mia tesi triennale. Il protagonista è Giovanni Magnoli, in arte Refreshink, artista celebre per i suoi animali intrecciati a divertenti geometrie, nonché molto sensibile a tutte le questioni ambientali. MdM: Marta del Mutolo R: Refreshink MdM: Quando ti approcci ad un …

Artisti, Divulgazione d'arte

Il Giappone di Felice Beato

Qualche settimana fa, nelle storie di All Art Contemporary, è stato trattato il tema della nascita della fotografia: dal suo inventore Louis Daguerre al primo dagherrotipo. Ma sin dalle sue origini, quale è stata una delle applicazioni più affascinanti di questo nuovo modo di raccontare la realtà? La seconda metà dell’Ottocento (la fotografia nacque nel …

Arte contemporanea

WHAT AM I DOING HERE?

“What am i doing here?” è il titolo di una raccolta di racconti, pubblicati in ordine sparso, che avevano segnato alcune tappe del “viaggio da fare a piedi” di Bruce Chatwin poco prima di morire di Aids nel 1988.  “What am i doing here?” diventa interrogativo spontaneo che emerge in un presente intriso di angoscia, …